Come scegliere dove collocare un caminetto nella tua casa: le migliori soluzioni

caminetti e stufe livorno

Scegliere stufe e caminetti Livorno

Il caminetto è tornato a essere negli ultimi tempi un elemento molto diffuso nelle abitazioni, tuttavia, oltre a essere un funzionale sistema di riscaldamento, risulta anche un vero e proprio complemento d’arredo. In questo modo si unisce funzionalità e bellezza estetica. Per ottenere questo risultato, tuttavia, è fondamentale scegliere con attenzione il modello da installare nella propria abitazione, valutando il luogo di installazione, le dimensioni e la forma degli ambienti, la struttura della casa e le caratteristiche tecniche del dispositivo.

Infatti si ha un’ampia possibilità di scelta e per ottenere i risultati migliori è fondamentale optare per una soluzione di buona qualità. Ad esempio, per le stufe e caminetti Livorno l’azienda di riferimento è RES F.lli Soldi. La ditta ha sede a San Vincenzo e possiede un fornito showroom di 1.000 metri quadrati collegato a un magazzino di rivendita. Qui è possibile trovare un ampio assortimento di materiali edili, sanitari, arredo bagno, stufe e caminetti Livorno dei migliori brand, così da andare incontro a tutte le esigenze della clientela.

Stufe e caminetti Livorno: come collocarli nel modo giusto

Una volta scelto tra l’ampia gamma di stufe e caminetti a Livorno proposti da F.lli Soldi, è necessario valutare con attenzione dove collocare l’impianto acquistato. Infatti le prestazioni sono diverse in base al punto dell’abitazione in cui si decide di collocarlo.

Al tempo stesso la collocazione ha una notevole influenza sul lato estetico e sul senso di accoglienza e armonia che la soluzione d’insieme comunica. Infatti è necessario presentare al meglio il caminetto, soprattutto i modelli dal design innovativo, particolare e ricercato, perché svolgono la funzione di arredare l’ambiente. Di conseguenza deve essere esposto, ma senza trascurare la sua funzione principale, cioè riscaldare l’abitazione in maniera efficiente.

Innanzitutto bisogna dimensionare la canna fumaria e fare in modo che gli arredi siano a una distanza adeguata dall’impianto, così da non subire danni. Inoltre si devono prendere in considerazione vari fattori, come la metratura della stanza e la sua disposizione rispetto agli altri ambienti; in più si valutano le caratteristiche e la struttura stessa del caminetto. Le dimensioni del dispositivo devono essere proporzionate rispetto a quelle della stanza in cui è installato. Questo fattore ha ragioni sia estetiche che pratiche: da un lato un caminetto troppo piccolo non riesce a riscaldare l’ambiente in maniera efficace, dall’altro un sistema troppo grande genera un calore eccessivo.

Dato che in commercio si trovano vari modelli, è necessario sceglierne uno che si armonizzi allo stile d’arredo della casa. L’ambientazione del dispositivo si basa su fattori estetici e funzionali: innanzitutto consente di rivalutare il contesto, valorizza una stanza oppure risulta l’elemento di attrazione dell’ambiente. Ad esempio, una struttura centrale diventa il punto attorno a cui ruota tutto l’arredamento. Invece, se si sceglie un dispositivo da installare a muro, è necessario installare una presa d’aria per garantire il funzionamento dell’impianto e coibentare le pareti. Questa precauzione è fondamentale per evitare ponti termici e dispersioni di calore.